Che bella festa a Finale con il Sassuolo

La riuscita iniziativa per l’inaugurazione del nuovo terreno di gioco in sintetico: il San Felice ha collaborato con lo Junior Finale per l’amichevole legata all’evento

ingresso 2

Il comunicato del Csi che ha organizzato un convegno con gli altri partner che hanno realizzato la nuova struttura di finale

CsFinaleEmilia_9ottobre2014 (1)

SASSUOLO 4 SAN FELICE 0
SAN FELICE: Gallerani; Sarti, Marchesini, Passerini, Bulgarelli, Siena, Mengoli, Lartey, Belluzzi, Luppi, Grimaldi. Entrati: Calanca, Tralli, Striano, Parmeggiani, Morselli, Cioli, Gozzi, Franceschi, Borghi, Ferrari, Saccardo, Cervi, Damir, Zanotti, Vicenzi, Negrelli. All. Gianni Pellacani
SASSUOLO: Pomini (46′ Polito); Terranova (61′ Caselli), Cannavaro (46′ Bianco), Acerbi (46′ Peluso); Gazzola (46′ Biondini), Missiroli (46′ Magnanelli), Brighi (46′ Chibsah), Longhi (61′ Alhassan); Floccari (61′ Maiorano), Pavoletti (61′ Sereni), Sereni (46′ Sansone). All. Eusebio Di Francesco
ARBITRO: Negrelli
RETI: 8′ e 57′ Pavoletti, 67′ Sansone, 77′ Maiorano

FINALE. Quattrocento persone, molte delle quali bambini dello Junior Finale e dei paesi limitrofi, che hanno preso d’assalto mister Di Francesco, Cannavaro e compagni per autografi e selfie.
Il Sassuolo ha misurato ieri nella Bassa quanto affetto i neroverdi della serie A abbiano saputo conquistarsi in questi anni, anche grazie alle donazioni che società e dirigenti hanno fatto in risposta ai terremoti del 2012. Finale – i cui colori sociali contemplano proprio il neroverde – ha avuto un pulmino per il settore giovanile che oggi conta 200 bambini. Tanto che proprio il Sassuolo ha accettato di inaugurare ieri il moderno campo sintetico costruito da Limonta e Csi con l’aiuto di Unicredit per restituire alla Venezia della Bassa un palcoscenico degno della sua nobile storia calcistica, dopo che lo stadio di via Rotta aveva ospitato la tendopoli degli sfollati, con danni irreparabili al manto erboso.
A fare da sparring partner per un evento che doveva essere anche un importante allenamento in vista della Juve è arrivato il San Felice, nelle cui fila hanno peraltro trovato posto anche i giocatori dello Junior. Ne è scaturita una gara piacevole, con occasioni e applausi. Di Francesco, privo dei nazionali e degli infortunati Vrsaljko e Ariaudo, ha tentuto precauzionalmente a riposo Consigli e Floro Flores. Spazio da titolare a Pavoletti, capace di infilare con un pregevole guizzo l’unica rete del primo tempo. L’attaccante, molto cercato dai compagni Missiroli e Floccari, ha ripetutamente tentato la via della rete, trovando però l’opposizione dei giovani portieri avversari Gallerani e Calanca e a tratti una imprecisione che ha simpaticamente esorcizzato in occasione della seconda rocambolesca rete, a metà ripresa. In gol, al tramonto della partita, anche Sansone (artefice una spettacolare serpentina), e Maiorano, subentrati nella ripresa. Tutti osservati speciali dalla panchina, per mettere a punto schemi offensivi resi impegnativi dalla difesa dei giallorossi della Bassa, desiderosi di evitare la goleada. Non probante – in ottica Juve – il test in fase difensiva, anche se un paio di volte il San Felice ha sfiorato la marcatura. Cannavaro anzi ha provato più volte ad inserirsi centralmente in attacco. Poi spazio al taglio del nastro, ai ringraziamenti del sindaco Ferioli, al convegno sul futuro dei campi sintetici, a strette di mano e autografi: da ieri Sassuolo ha certamente tanti giovani e nuovi tifosi.

Tratto dall’articolo di Alberto Setti sulla gazzetta di Modena